www.forumpa.it FORUM PA '08 vi aspetta in nuova fiera di roma al 12 al 15 maggio 2008   in collaborazione con Formez
FORUM PA
. Ci siamo trasferiti, seguici su portal.forumpa.it  
 
. home | cos'è | staff | guestbook | archivio | english newsletter | contatti | cerca
» FORUM PA 2007 » PER ESPORRE » VISITATORI » FORUM PA 2006 » CANALI
Freccia
e-Mail FORUM PA NET - NEWSLETTER per una nuova Pubblica Amministrazione
archivio | per iscriversi | faq | per gestire i tuoi dati | per rimuoversi
IN QUESTO NUMERO
FORUM PA NET 227 di martedì 2 ottobre 2007 (106250 iscritti)
   
Arrow Pubblica amministrazione, politica e deriva giacobina.
Arrow Un patto affinché l'e-Gov divenga sistema
Arrow Fiducia e trasparenza dell'e-Gov europeo
Arrow Il nuovo disegno di legge sulla qualità e la sicurezza del Servizio sanitario
Arrow Dialogue Forum on Internet Rights
Arrow Segnalazioni
   

editoriale
Pubblica amministrazione, politica e deriva giacobina.
In Francia nella primavera del 1793 bastava un sospetto di dantonismo, una velata accusa di essere girondino per finire alla ghigliottina tra gli applausi della piazza, nel primo autunno 2007 in Italia, più modestamente, per scatenare applausi sicuri basta alzar la voce contro i "fannulloni", contro "la casta", contro "i costi della politica", contro "gli sprechi" della macchina pubblica.
A Parigi sappiamo come finì, la nostra piccola rivoluzione "grillina" invece, piuttosto che nel Termidoro, sta finendo nel ridicolo... [continua]
 
cose
Un patto affinché l'e-Gov divenga sistema
Si detto più volte che ciò che è mancato all'e-Government nel nostro Paese è stata la capacità di divenire "sistema". Lo scorso 20 settembre la Conferenza Unificata Stato, Regioni e Autonomie locali ha approvato un pacchetto di misure per il rilancio di tutte politiche di e-Gov a livello nazionale. Tre i provvedimenti contenuti nel pacchetto: un piano per la diffusione della banda larga, il decreto tecnico per la Carta di Identità Elettronica e il progetto PAESE - Patto per l'Attuazione del Sistema nazionale di E-government nelle Regioni e negli Enti Locali. Già dal titolo si intuisce l'enfasi con cui questo ultimo documento è stato pensato e il ruolo di primo piano che dovrebbe avere nel sostenere il rilancio del governo elettronico italiano. Non solo una direttiva per l'informatizzazione degli uffici, dunque, ma un vero e proprio patto per far nascere e sviluppare una "governance cooperativa" tra amministrazioni di tutti i livelli istituzionali, al fine di dare vita ad un insieme organico e coordinato di interventi che permetta di eliminare gli sprechi, evitare la duplicazione degli sforzi e arrivare a diffondere nell'intero Paese i "livelli condivisi di innovazione".
Per saperne di più
Per scaricare il documento
 
casi
Fiducia e trasparenza dell'e-Gov europeo
Il successo dell'e-Gov è nel giusto mix di costi, tecnologie, offerta ed utilizzo di servizi, fiducia da parte dei cittadini e trasparenza da quella delle istituzioni. Questa la conclusione dello studio portato avanti da ECOTEC per conto della Direzione Generale Società dell'informazione e Media della Commissione Europea. Basato sull'analisi comparativa delle diverse strategie di e-Gov nazionali, il report prodotto (Think Paper n. 10 dell'Ecotec) mostra ancora una volta ai primi posti i paesi del nord, in particolare quelli scandinavi, seguiti da Austria e Olanda. E l'Italia? Diciamo che grazie ai nuovi membri non siamo proprio ultimi, ma comunque il punteggio su fiducia e trasparenza è notevolmente basso, a fronte di costi di governo, invece, spropositatamente alti.
Per saperne di più
 
tesi
Il nuovo disegno di legge sulla qualità e la sicurezza del Servizio sanitario
Un'intervista al Ministro della Salute Livia Turco sul Disegno di legge per l'ammodernamento del Servizio Sanitario Nazionale, collegato alla Finanziaria 2008. Dopo il Patto per la Salute e i Piani di rientro dal deficit, questo provvedimento è il terzo tassello di un progetto che punta a rafforzare il diritto alla salute come pilastro fondamentale della democrazia, individuando con certezza risorse ed impegni, in uno sforzo coordinato e condiviso con le Regioni.
Per leggere l'intervista al Ministro Livia Turco
 
online

Dialogue Forum on Internet Rights
53 delegazioni intervenute in rappresentanza di 73 Stati. Questi i numeri che testimoniano il successo della conferenza internazionale sui diritti di internet che si è tenuta a Roma il 27 settembre scorso. Un incontro che si pone come il terzo atto di un percorso partito da diversi anni con un piccolo seminario sulla necessità di una Carta dei diritti della rete, proposto e gestito interamente dalla delegazione Italiana (in particolare da Fiorello Cortina e Stefano Rodotà) al Summit mondiale sulla Società dell'Informazione a Tunisi nel 2005; proseguito, poi, ad Atene nel corso dell'Internet Governance Forum dell'ottobre 2006, durante il quale il tema della Bill of Right di Internet è divenuto argomento portante di uno dei 30 workshop ufficiali; e che dovrebbe proseguire, dopo Roma, con l'Internet Governance Forum di Rio de Janeiro dal 12 al 15 novembre. Un incontro importante, dunque, non solo per il tema, ma soprattutto in quanto testimonianza concreta della capacità del nostro Paese di spostare l'attenzione del dibattito sulla governance di internet da una questione di tecnologie ad una questione di diritti.
Sul sito della Conferenza, che ha trasmesso in streaming tutti gli interventi, sono disponibili le relazioni della mattina, tutte di altissimo valore. In particolare, oltre agli interventi introduttivi del Ministro Nicolais e del Sottosegretario Beatrice Magnolfi, segnaliamo quello di Stefano Rodotà che sottolinea l'unicità assoluta di questa iniziativa e la necessità di portarla avanti sfruttando tutte le peculiarità proprie della rete, prima fra tutte quella di essere uno strumento diffuso e multistakeholder.
Per saperne di più
Per scaricare gli interventi

 
segnalazioni
Segnalazioni
  • I risultati di una ricerca svolta ad iniziativa della SSPA, oggetto anche di una recente pubblicazione, costituiranno l'occasione per una discussione sui "Contratti integrativi e flessibilità nel lavoro pubblico riformato", alla quale sono stati invitati a partecipare alcuni fra i maggiori esperti di contrattualistica pubblica, esponenti di istituzioni pubbliche e di organismi di rappresentanza. Lunedì 8 ottobre 2007 alle 9,00 presso l'Aula Magna della SSPA, Via dei Robilant, 1 - Roma.
    Per saperne di più

  • Mentre il legislatore si accinge a dar vita al codice delle autonomie locali, la Provincia di Brescia concorre a segnalare le più urgenti e cruciali problematiche che connotano il sofferto passaggio da uno Stato centralista ad uno Stato federalista. In tale ambito promuove due giornate di studio dal titolo "Nuovo Codice delle Autonomie. Nuove funzioni, nuovi controlli", con il duplice scopo di contribuire al dibattito politico-istituzionale e di cogliere l'occasione per dare vita ad un incontro formativo per il personale della Provincia di Brescia, dei Comuni e Province invitati. Il 10 e 11 ottobre a Brescia.
    Per saperne di più

  • La Conferenza Programmatica di Roma sull'Interoperabilità nell'iGovernment è un evento organizzato dalla Regione Lazio, Assessorato per la Tutela dei Consumatori e Semplificazione Amministrativa. La Conferenza prosegue il cammino avviato a Valencia con ESIIG I, dove è stata presentata la Dichiarazione di Interoperabilità di Valencia che le Regioni d'Europa si impegneranno a sostenere per promuovere, in ambito comunitario, un'effettiva interoperabilità tra le Pubbliche Amministrazioni regionali. Roma, 11 e 12 ottobre 2007.
    Per saperne di più

  • L'Italia è stata il primo Paese a varare una legge sul coordinamento dei tempi delle città (L. 53/2000), affidando ai comuni il compito di coordinare i tempi e gli orari delle città ed incentivando le imprese a realizzare azioni a favore della conciliazione. Il Comune di Bolzano propone il 12 e 13 ottobre due giornate di lavoro per fare il punto sullo sviluppo delle politiche temporali in ambito nazionale ed europeo, presentando alcune esperienze di successo ed aprendo un confronto sul tema "Tempi della città e qualità della vita".
    Per saperne di più

  • Il Garante per la Privacy, dando attuazione a quanto previsto dal Codice privacy e alle normative in materia di sicurezza, individua le regole essenziali per la messa in sicurezza dei dati di traffico telefonico e Internet conservati a fini di accertamento e repressione dei reati e avvia una consultazione pubblica allo scopo di acquisire osservazioni e commenti utili per l'adozione di un definitivo provvedimento in materia.

 

Dite la vostra

Per gestire e modificare i tuoi dati o cambiare la tua email di spedizione:
http://www.forumpa.it/forumpanet/gestisci.php

Per iscrivere un'altra persona a questa newsletter vai all'indirizzo:
http://www.forumpa.it/forumpanet/registrazione.php

Per consultare l'archivio delle newsletter vai all'indirizzo
http://www.forumpa.it/forumpanet/home.php

Per non ricevere più questa newsletter vai all'indirizzo
http://www.forumpa.it/forumpanet/rimozione.php

FORUM PA è una Manifestazione di Istituto Mides
Via Alberico II, 33 - 00193 ROMA
Tel. 06684251 - Fax 0668802433 - P.I. 01803371002 - C.F. 07548070585 - e-mail convegni_NOSPAM_@forumpa.it</a> (togliere _NOSPAM_)<br>

 
con il patrocinio di:
Presidenza  del Consiglio dei Ministri - Ministro per le Riforme e le Innovazioni nella P.A. c Associazione Nazionale dei Comuni Italiani Unione delle Province d'Italia Lega Autonomie Locali
Ministro per le Riforme e le Innovazioni nella PA Conferenza delle Regioni e delle Provincie Autonome Associazione Nazionale dei Comuni Italiani Unione delle Provincie d'Italia Lega delle Autonomie Locali
In collaborazione con Programma Cantieri Il Sole 24 Ore Fiera di Roma Istituto Mides
   
. . . . .
FORUM PA - Via Alberico II, 33 - 00193 Roma - Tel. 06.684251 - Fax 06.68802433 - info@forumpa.it - P.I. 01803371002 - C.F. 07548070585