Freccia
e-Mail FORUM PA NET - NEWSLETTER per una nuova Pubblica Amministrazione
archivio | per iscriversi | faq | per gestire i tuoi dati | per rimuoversi
IN QUESTO NUMERO
FORUM PA NET 212 di giovedì 12 aprile 2007 (105176 iscritti)
   
Arrow L'altro sguardo
Arrow PA Aperta nell'anno europeo delle pari opportunità
Arrow Osservatorio Donne nella PA, dite la vostra!
Arrow I giovani e la cultura scientifica e tecnologica
Arrow www.valutazioneitaliana.it
Arrow News dal Formez
Arrow Segnalazioni
   

editoriale
L'altro sguardo

Cari amici,
La Pasqua è passata e ormai siamo arrivati a poco più di un mese dall'apertura di FORUM PA 2007, il FORUM PA delle novità come l'abbiamo chiamato, che comincerà alla Fiera di Roma il 21 maggio prossimo.
Come di consueto, quindi, cominciamo a parlare un po' di questo appuntamento che ci aspetta e delle tante iniziative che abbiamo in cantiere. In questo numero parleremo di quello che le amministrazioni e FORUM PA preparano per i giovani, per le donne, per le fasce deboli della popolazione. Si tratta di tre iniziative specifiche che metteranno in evidenza le migliori pratiche nel settore.
Io in particolare, però, vi volevo raccontare di una nuova area della nostra sezione congressuale che, come ogni anno, è vastissima e di cui riceverete all'inizio della settimana prossima il programma completo.
Compiendo i 18 anni di FORUM PA cominciamo, infatti, un nuovo percorso che è insieme da maggiorenni e da bambini: "candidi come colombe, ma astuti come serpenti" dice il Vangelo. Una "collana" di convegni che abbiamo chiamato "L'altro sguardo" : l'altro sguardo è quello che vede oltre, è quello del bambino che una volta, guardando attentamente il re in parata abbigliato del suo immaginario vestito, urlò "...Ma il Re è nudo!"
Non sono occasioni di polemica, ce n'è anche troppa, né di zuffe sul modello dei brutti talk-show televisivi, bensì di riflessione pacata, ma coraggiosa, sugli ostacoli che fan sì che dopo tanti anni ci ritroviamo spesso a parlare della PA negli stessi termini e stigmatizzando gli stessi mali di quando abbiamo cominciato.

Ve li racconto così capite da soli.

  1. Il primo convegno "Costi della politica e neoplasie istituzionali" non ha bisogno di molte spiegazioni: punta la sua attenzione al proliferare tumorale di aziende, si amministrazioni, di agenzie ecc. che, specie a livello locale, sono spesso occasioni di riciclaggio di politici dismessi.

  2. Metteremo poi in piedi un confronto - ancora non sappiamo se reale o virtuale - tra i lavoratori pubblici e chi li accusa di nullafacenza: "Parlano i fannulloni: dieci dipendenti pubblici intervistano chi li ha messi sotto accusa sui giornali". Non vogliamo una difesa di principio, ma una riflessione pacata sull'esistenza o meno dei requisiti minimi per lavorare bene.

  3. Del terzo confronto saranno protagonisti i giovani. L'abbiamo voluto chiamare "Vecchio sarà lei! ... Quale spazio c'è per i giovani nella PA?" E sarà gestito direttamente da giovani laureati nelle varie discipline del public management che giustamente cercano spazio in una PA sempre più vecchia.

  4. Alla chiusura della classe dirigente dedicheremo poi un quarto appuntamento "La società immobile: governance all'italiana e cooptazione della classe dirigente". Sottotitolo ideale: chi è nella stanza del potere ci resta, fa entrare gli amici... e poi chiude la porta!

  5. In tanti anni di FORUM PA abbiamo visto passare tante idee, tanti "progetti del secolo" di cui, dopo annunci roboanti si sono perse le tracce. Con il convegno "Missing: sulle tracce delle riforme scomparse" andremo a capire perché ad esempio dopo più di 10 anni dall'annuncio la Carta d'Identità elettronica è ancora da venire o perché il catasto è in tante situazioni così com'era o ancora perché la giustizia ha aumentato i tempi. È un mito stupido pensare che si impara solo dalle "best practice" in realtà tutti noi impariamo per "trials and errors" .

  6. Infine un ultimo convegno avrà al centro della nostra critica la famosa strategia americana detta "starving the beast" ossia tradotto "affamando la bestia" che, a detta dei neocon, dovrebbe far diminuire la spesa pubblica (e quindi le tasse) chiudendo il rubinetto. Il risultato lo vediamo spesso entrando in una scuola, in un ospedale, in un tribunale: la mancanza delle risorse per il normale funzionamento fa sì che anche azioni banali diventino imprese: fare fotocopie, riparare i vetri, imbiancare uffici ridotti a spelonche. Il titolo che abbiamo pensato è infatti "Se vuoi fare le fotocopie portati la carta" ovvero come pagare gli stipendi senza garantire il funzionamento degli uffici.

A questo punto tocca a voi. Se pensate che valga la pena dite la vostra, proponete esperienze, indicateci casi di studio. La nostra è una scommessa che non si può vincere da soli.


Carlo Mochi Sismondi

 

Dite la vostra