Freccia
archivio | per iscriversi | faq | per rimuoversi | recupera password
IN QUESTO NUMERO
FORUM PA NET n. n. 148 di martedì 8 febbraio 2005 (58883 iscritti)
  
Arrow Un fermento positivo
Arrow Il codice della PA digitale
Arrow I risparmi della PA digitale
Arrow Programmare e valutare la formazione
Arrow www.padigitale.it
Arrow FORUM PA a SAPFORUM 2005
  
Tesi

Programmare e valutare la formazione
E' stata pubblicato recentemente sul sito del Dipartimento della Funzione Pubblica www.funzionepubblica.gov.it il manuale "Programmare e Valutare la formazione" che ci pare di grande valore. Riportiamo uno stralcio dell'introduzione di Ezio Lattanzio e Alberto Zuliani . Se volete scaricare l'intero documento in formato .pdf CLICCATE QUI.

" Questa pubblicazione costituisce uno dei prodotti finali del Laboratorio sui modelli e
le metodologie per programmare e valutare la formazione del Dipartimento della funzione
pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri3.
Il Laboratorio si è rivolto alle Amministrazioni centrali e loro Agenzie, alle Regioni, alle Province e ai Comuni ed in particolare, da un lato, alle figure dei dirigenti e funzionari dell'area risorse umane e formazione, impegnati a migliorare le attività formative in termini di efficacia e coerenza con le esigenze di cambiamento e di performance dell'amministrazione, dall'altro, ai direttori generali ed alle altre figure di vertice dell'organizzazione, interessati a valorizzare la formazione come strumento
per realizzare le strategie dell'ente.
È ormai condivisa dagli addetti ai lavori una nuova "vision" per la formazione, intesa
come leva strategica per il cambiamento e fattore determinante per il successo di
ogni iniziativa di riforma delle pubbliche amministrazioni.
Le amministrazioni hanno da tempo posto attenzione alla formazione, dedicando ad essa considerevoli risorse finanziarie e umane, come anche ribadito da numerosi contratti collettivi integrativi. In molte amministrazioni, la spesa per la formazione è divenuta una voce importante nei bilanci, anche se non si può considerare consolidato l'obiettivo dei CCNL di destinare alle attività di formazione risorse pari all'1% della spesa complessiva per il personale.
La nuova vision implica la necessità di introdurre nuovi paradigmi per la gestione della formazione. È necessario:

  • superare la logica dello sviluppo di competenze standard all'interno di una mappa riconosciuta: "la moda del momento" o la "routine consolidata";
  • focalizzare obiettivi ed investimenti formativi sulle priorità strategiche della singola amministrazione, contribuendo al più generale progetto di cambiamento;
  • assicurare la coerenza tra formazione e modello organizzativo.

Dite la vostra