ON LINE
FORUM PA NET n.138 di
martedì 28 settembre 2004
 
I primi della classe
Presentiamo non uno, ma ben quattro siti: quelli che si sono classificati al primo posto nell’indagine Censis “Citta digitali 2004” per le categorie comuni capoluogo, comuni non capoluogo, province e regioni.

Eccoli assieme a qualche riga di presentazione tratta dalle pagine web.

www.comune.torino.it
"Il web della Città - aggiunge l’assessore Peveraro – è da parecchi anni ai primi posti tra i siti realizzati e curati da enti e istituzioni pubbliche. Già nel 1998 il Sole -24 Ore premiò il sito di Torino come il migliore della Pubblica amministrazione. Oggi, a sei anni di distanza da quel premio, essere considerati ancora una volta i numeri uno è motivo di grande soddisfazione soprattutto perché ci muoviamo in un contesto – quello delle nuove tecnologie - in continuo e sempre più rapido cambiamento".
"Al di là dei riconoscimenti - dichiara Peveraro – a premiarci sono i numeri: gli utenti unici del sito web della Città sono in media di 125mila al mese, mentre nel solo 2003 sono state 40 milioni le pagine lette con un traffico di dati trasferiti di oltre 1100 Giga Byte".
Nel sito di Palazzo civico grande attenzione all'e-democracy, ma non solo. Per quanto riguarda l’e-government l’amministrazione torinese offre ai suoi cittadini la possibilità non solo di calcolare e pagare via internet l’ICI e le multe della Polizia Municipale, ma anche quella di cambiare la propria residenza senza doversi recare direttamente negli uffici comunali e, dal prossimo novembre, di prenotare via web le pubblicazioni matrimoniali.
Sul fronte dell'impiego di nuove tecnologie per i servizi ai cittadini e alle imprese il Comune di Torino sta sviluppando un progetto per l'utilizzo della televisione digitale, che permetterà di migrare sul canale digitale terrestre alcuni dei servizi e le informazioni fornite oggi via internet. Con la televisione digitale anche i cittadini che non posseggono un computer potranno accedere allo sportello virtuale della pubblica amministrazione.
"Un ulteriore segno - conclude l'assessore Peveraro - della volontà dell’Amministrazione di essere sempre più trasparente e vicina ai cittadini".

www.comune.jesi.an.it
Nuovo prestigioso riconoscimento per il sito Internet del Comune di Jesi. Nell'8° "Rapporto delle città digitali in Italia" elaborato dal Censis, (Centro Studi Economici) in collaborazione con il Ministero dell'Innovazione Tecnologica e della Rur (Rete Urbana delle Rappresentanze), il sito di Jesi sbaraglia l'intera concorrenza classificandosi al primo posto tra i comuni non capoluogo con il "rating" più alto in tutti gli indici di riferimento: qualità dei servizi, contenuti istituzionali, accessibilità, qualità tecnologica e marketing territoriale.
Nel "Rapporto" - che prende in esame l'intera situazione a livello nazionale per studiare le caratteristiche del nuovo rapporto tra i cittadini e i loro amministratori mediato dalle tecnologie - il Censis scrive tra l'altro: "Una menzione va infine fatta a quei siti Internet di piccoli Comuni frutto di grande impegno, anche economico, che ne fa realtà di tutto rispetto e confrontabili con i migliori siti di comuni capoluogo. Primo tra tutti il sito marchigiano del Comune di Jesi, esperienza nota in tutta Italia, per le sue banche dati, la qualità dei servizi e della realizzazione tecnologica. Il sito ottiene un punteggio che lo collocherebbe in ottima posizione in una classifica comprendente i Comuni capoluogo. Diversi sono i servizi disponibili on line, con una certa apertura anche verso dinamiche di democrazia elettronica. Interessante il servizio di prenotazione on line delle sale per il matrimonio presso il municipio".
E, riferendosi all'esperienza di Jesi, il Rapporto sottolinea che questi esempi "dimostrano come anche realtà di piccole dimensioni, ben sfruttando le relazioni sul territorio e gli interventi previsti dai piani provinciali e regionali, possano ambire a sviluppare servizi interattivi di qualità".In realtà il Comune di Jesi non è nuovo a riconoscimenti di questo tipo, avendo già ottenuto importanti risultati in altre indagini e statistiche condotte a livello nazionale, (già nel 2002 su Il Sole 24 Ore del 4 marzo venne pubblicata una classifica sui siti internet dei Comuni più visitati in cui il Comune di Jesi risultò in testa sorpassandoComuni quali, Roma, Torino, Bologna).
Ma sicuramente quello che registra ora il Censis è in assoluto il più importante "premio" al lavoro svolto dall'ufficio della Rete Civica del Comune e all'Amministrazione comunale che ne sostiene i vari progetti.

www.provincia.milano.it
La Provincia di Milano ha continuato nel corso del tempo a migliorare la qualità della comunicazione via web in ogni settore, come conferma la salita dal 10° posto nel 2000 al 4° posto nella penultima edizione della ricerca, fino ad arrivare al primo posto di quest'anno, che fa seguito al primo posto in tema di E-democracy , conseguito nello scorso giugno.

www.regione.liguria.it  - www.liguriainrete.it

Il progetto Liguria in Rete è l'iniziativa di punta della Regione Liguria per attuare il processo di decentramento amministrativo in corso, in questi anni, nel nostro paese. E' la risposta istituzionale, organizzativa e tecnologica alla spinta innovativa per la riforma della pubblica amministrazione. Nasce per aumentarne l'efficienza, la capacità di servizio e per garantire l'equilibrio nello sviluppo economico e sociale delle diverse aree della regione.
Liguria in Rete si pone quindi come un sostegno al processo di riforma e al potenziamento delle capacità di governo regionale, attraverso il miglioramento del servizio e la razionalizzazione della spesa.
Il primo obiettivo di Liguria in Rete è interconnettere la pubblica amministrazione per fare in modo che cittadini, imprese e associazioni possano finalmente rapportarsi con un unico interlocutore. Le potenzialità del nuovo modello di rapporto tra istituzioni e cittadini sono evidenti: risparmio di tempo e di risorse, accessibilità dei servizi da ogni punto del territorio, diminuzione delle code agli sportelli, scambio in tempo reale di informazioni complete e facilmente aggiornabili. Ciò consente di razionalizzare le risorse economiche, migliorare i servizi e la qualità della vita in Liguria e garantire a tutti i cittadini le stesse opportunità indipendentemente dalla posizione geografica.


Dite la vostra