CONVEGNO NAZIONALE

Finanziaria 2004, Nuovo Codice dei Beni Culturali e

Riforma dei Servizi Pubblici Locali”

 Roma, 27 novembre 2003

Palazzo dei Conservatori – Sala Pietro da Cortona

Piazza del Campidoglio

Ore 9.00

COMUNICATO STAMPA n.1

Giovedì 27 novembre 2003, presso la Sala Pietro da Cortona del Palazzo dei Conservatori, in Campidoglio,
si terrà un importante convegno nazionale da tema “ Finanziaria 2004, Nuovo Codice dei Beni culturali e Riforma dei servizi pubblici locali”.

Promosso da Federculture, il convegno offre un importante occasione di dibattito e di confronto su le più urgenti questioni legate all’attuale politica di tutela, valorizzazione e gestione dei beni culturali e ambientali.

Punto di partenza per le riflessioni, la bozza del Nuovo Codice dei beni Culturali e la Riforma dei servizi pubblici locali inserita nella Finanziaria 2004.

Alla luce delle quotidiane e allarmanti polemiche circa la possibilità, insita nella nuova normativa, di vendere
 il patrimonio culturale italiano il convegno vuole  fare il punto sulla situazione in atto dando voce alle amministrazioni locali, alle imprese  e agli operatori dei servizi culturali e per il tempo libero.

La legge che ha istituto la Patrimonio dello Stato S.p.a., in particolare,  desta non poche  preoccupazioni in quanti si interrogano sulla sorte dei beni culturali nel nostro Paese: il rischio, concreto, è che passi l’idea
che il valore venale del patrimonio culturale che, è bene ricordarlo, è patrimonio di tutti gli italiani,  sia l’unico
che conta e che ad esso possano essere sacrificati i più alti e duraturi valori simbolici nei quali si riconosce
la storia e il senso dell’appartenenza degli italiani.

Peraltro anche sul piano del decentramento e del coinvolgimento dei privati le nuove norme fanno decisi passi indietro.

In particolare la riforma dei servizi pubblici, inserita nel  DL 269/2003  preclude l’intervento delle imprese private nella gestione dei servizi culturali e sociali.

 Si tratta di gravi scelte che frenano il processo di rinnovamento e sviluppo della cultura nelle città italiane.

Dopo l’apertura dei lavori da parte di  Gianni Borgna , Assessore alla Cultura del Comune di Roma e Vincenzo Vita, Assessore alla cultura della Provincia di Roma sono previsti  interventi di:

Roberto Grossi, Segretario Generale Federculture; Marco Cammelli, Ordinario di Diritto amministrativo dell’Università di Bologna; Sergio Ristuccia, Presidente del Consiglio italiano per le Scienze sociali; Federico Bona Galvagno, Capo Ufficio Legislativo del Ministero delle Politiche Comunitarie; Fiorenzo Alfieri, Assessore alla Cultura del Comune di Torino; Marco Causi, Assessore alle Politiche Economiche, Finanziarie e di Bilancio del Comune di Roma, Claudio Strinati, Soprintendente ai Beni Artistici e Storici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Goffredo Bettini, Presidente associazione Civita, Raffaele Ranucci, Vicepresidente Federculture, Fulvio Vento, Presedente Zetema. Chiuderà i lavori Maurizio Barracco, Presidente Fderculture.

______________________________________________________________________________________________

Ufficio Stampa Federculture

Milena Pentasuglia

Tel 06.32697515

Fax 06.32120269

E mail comunicazione@federculture.it

Su

www.federculture.it

sono disponibili programma e scheda di iscrizione