TESI
FORUM PA NET n.71 di
martedì 4 febbraio 2003
 
Dirigenza, spoil system, separazione tra politica ed amministrazione a 10 anni dal D.L.vo 29/93

Come sapete in questi giorni si svolge al Palazzo dei Congressi di Roma la prima edizione della Conferenza Nazionale dell’Alta Dirigenza Statale.

E’ un evento importante di cui abbiamo già parlato. Oggi vi proponiamo quattro interventi di questa Conferenza e, come controcanto, il Disegno di legge presentato dall’Ulivo in tema di dirigenza pubblica.

Mi pare una lettura particolarmente stimolante non solo per i dirigenti, tutto sommato una piccola parte del nostro pubblico di lettori, ma per tutti quelli che lavorano nella P.A. o per la P.A. : per tutti noi quindi.

  • Cominciamo con l’intervento di apertura del Ministro per la Funzione Pubblica Luigi Mazzella: titolando il pezzo Il Sole 24 Ore di stamane lo riassume così "Ricambi sì, ma senza esagerare" : scaricate l’intervento in formato rtf
  • Sempre nella sessione di apertura il Vice Presidente del Consiglio Fini ha svolto un’ampia relazione che Il Sole 24 Ore riassume con " ..i dirigenti non subiscano interferenze politiche..." scaricate l’intervento in formato rtf
  • Nella giornata di oggi il Ministro Stanca porta la voce della tecnologia e dell’innovazione parlano "da manager a manager". E’ un intervento forte e ricco di proposte anche operative: scaricate l’intervento in formato rtf
  • Dopo gli interventi politici un intervento tecnico: del Capo Dipartimento della Funzione Pubblica, Carlo D’Orta che ripercorre il fil rouge del management by objectives e che va dalla direttiva politico amministrativa alla valutazione dei risultati e dei dirigenti.: scaricate l’intervento in formato rtf

Veniamo ora all’opposizione che, in una conferenza stampa proprio in concomitanza con la Conferenza, l’Ulivo ha presentato un Disegno di legge sulla dirigenza fortemente innovativo che avrà come primi firmatari Bassanini in Senato e Rutelli e Bressa alla Camera. (testo provvisorio) scaricate il documento in formato rtf.


Dite la vostra