CASI
FORUM PA NET n.58 di
martedì 25 giugno 2002
 
Una sfida tra le SFIDE: "Torino Internazionale"

Continua il nostro percorso tra le SFIDE firmate a FORUM PA per lo sviluppo del territorio e la diffusione della cultura della valutazione.
Dopo Genova e Venezia è la volta di un’altra grande città: Torino. Città cantiere in questi anni e città laboratorio sia di opere pubbliche (vedi la preparazione per le Olimpiadi del 2006) che di comunicazione (vedi il progetto “Torino non sta mai ferma”).
Oggi presentiamo l’esperienza dell’Associazione Torino Internazionale, in gran parte già realizzata, che a nostro parere presenta peculiarità particolari proprio nel campo, che come sapete un po’ un nostro pallino, delle interazioni e integrazioni di soggetti diversi pubblici e privati.
Come di consueto presentiamo alcuni dati di sintesi, rimandando per l’intero progetto al sito
www.torino-internazionale.org

Descrizione del progetto:
Nel maggio 1998 la Città di Torino ha avviato un processo di consultazione dei diversi attori sociali, economici e culturali per l'elaborazione di un Piano strategico per lo sviluppo della città. Attraverso l'attivazione di gruppi di lavoro tematici, che hanno coinvolto circa 1000 persone, coordinate da persone autorevoli e competenti scelte prevalentemente all'esterno della pubblica amministrazione, e il lavoro di un comitato scientifico, è stato elaborato e sottoscritto un documento condiviso di progetto per il futuro della città che contiene 6 linee strategiche, 20 obiettivi e 84 azioni. I soggetti impegnati nella stesura del Piano hanno dato vita nel febbraio 2000 ad un'Associazione mista pubblico-privato, che ha il compito di continuare il percorso di concertazione avviato, di monitorare e sostenere l'attuazione del piano, di garantire l'informazione ai cittadini.

Motivazioni
Rispondere attivamente ad una situazione di crisi, dovuta alla deindustrializzazione e alla perdita di centralità dell'industria manifatturiera nell'economia torinese, mobilitando le risorse locali e elaborando nuove direzioni per lo sviluppo (turismo, cultura, formazione, ricerca, nuove tecnologie...)

Finalità
Aumentare la partecipazione dei diversi attori alla definizione delle priorità per lo sviluppo e sostenere l'elaborazione di scelte condivise e concertate per il futuro della città, che si traducano in progetti integrati dal punto di vista sociale, economico e culturale.

Inizio modulo


Obiettivo n. 1: sviluppare processi concertati di progettazione di azioni innovative
Indicatore n. 1: Progetto "Torino Wireless", e "Salone dei Mestieri e delle professioni". Rappresentatività dei soggetti coinvolti, investimento di risorse economiche da parte dei diversi soggetti, formalizzazione degli accordi.

Obiettivo n. 2: Aumentare la partecipazione degli attori
Indicatore n. 2: Numero di incontri svolti in relazione alle azioni avviate, numero di partecipanti ai gruppi di lavoro tematici (per anni, 2000-2001-2002),

Obiettivo n. 3: Avviare efficaci operazioni per la circolazione delle informazioni
Indicatore n. 3: Quantità e aggiornamento delle informazioni contenute nel sito internet e sulla newsletter bimestrale, realizzazione di convegni tematici e incontri di divulgazione dei progetti

Obiettivo n. 4: Raccolta e divulgazione dei progetti strategici dell'area metropolitana
Indicatore n. 4: realizzazione di una mappa telematica dei progetti dell'area metropolitana, numero e caratteristiche progetti censiti


 

Fine modulo


Dite la vostra