COSE
FORUM PA NET n.30 di
martedì 30 ottobre 2001

Il ruolo delle province nell'attuazione dell'eGovernment

Se il decentramento tende a redistribuire funzioni sul territorio, la realizzazione dell'eGovernment, con la sua visione cooperativa, ha rilanciato pesantemente l'esigenza di coordinamento tra enti e livelli istituzionali e la necessità di un "dialogo tra pari". E' soprattutto a livello di enti locali territoriali che il binomio decentramento-eGovernment ha rappresentato una occasione di riposizionamento istituzionale forte per quegli enti che rischiavano altrimenti di rimanere schiacciati tra le regioni dei "governatori" e i comuni come istituzione di prossimità ai cittadini per eccellenza.
Tra i primi ad aver colto questa opportunità riconquistando un ruolo ed una identità forti sono state le province che oggi, con nuovo smalto, si pongono come soggetti di coordinamento tra gli enti e le agenzie sul territorio e, soprattutto, come punto di riferimento primario per la miriade di piccoli comuni che rappresentano la grande maggioranza degli 8mila campanili d'Italia e che - altrimenti - del decentramento avrebbero colto più le difficoltà che i benefici.
Proprio sull'eGovernment le province si fanno avanti con un progetto preciso che ne riafferma ed enfatizza le funzioni di coordinamento e supporto agli enti minori nella realizzazione degli obiettivi di servizio previsti dall'Action Plan. In particolare, le province possono avere un ruolo decisivo di:
Riequilibrio territoriale e sostegno ai centri meno favoriti per la conoscenza, l'implementazione e l'uso delle tecnologie informatiche e telematiche;
Aggregazione e coordinamento degli Enti Locali minori che spesso non hanno la capacità e/o la forza di affrontare autonomamente le sfide proposte dal Piano di e-government;
Integrazione tra i vari Enti del territorio (Regione, Comunità Montane, Comuni, Camere di Commercio e altri) per assicurare l'interoperabilità tra i sistemi, il coordinamento delle iniziative e il coinvolgimento delle realtà metropolitane e dei Comuni capoluogo;
Sostegno e coordinamento dei servizi di rete per lo sviluppo locale omogeneo, come gli sportelli unici, l'offerta turistica integrata, la programmazione territoriale e paesistica, la protezione civile, la diffusione delle conoscenze economiche, dell'attività sociale e culturale del territorio;
Agenzia per lo sviluppo telematico territoriale, con attività di formazione per l'innovazione, supporto alla manutenzione e aggiornamento delle dotazioni informatiche dei Comuni minori, sviluppo e gestione di reti d'area provinciale
Nelle slides che vi proponiamo - che riassumono la posizione, gli impegni, le proposte e le richieste delle province nella attuazione del piano di eGovernment - emerge con forza il profilo dell'agenzia "provincia" come soggetto che vede nelle nuove tecnologie una occasione di promozione delle pari opportunità di sviluppo economico, sociale, culturale e tecnologico di tutte le aree del territorio.

Le slides in formato PPT, per una corretta visualizzazione consigliamo Power Point Viewer

Dite la vostra