AZIENDA PROVINCIALE PER I SERVIZI SANITARI DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO
Via Degasperi, 79
38100 Trento
Tel. 0461364133 - Fax 0461364170
urp@az.aziendasanitaria.trentino.it
www.aziendasanitaria.trentino.it



SETTORE PRESENTE



PROFILO


Centri Informazione e Rapporti con il Pubblico (CIRP)
All'ingresso dei due maggiori presidi ospedalieri della Provincia di Trento sono attivi i CIRP gestiti in appalto da unconsorzio di cooperative. I CIRP sono stati pensati come un multiservices point in grado di offrire una risposta innovativa e maggiormente adeguata ai bisogni degli utenti in una fascia oraria che non è tanto quella della vita dell'Amministrazione, quanto piuttosto quella della "vita dei cittadini" (orario del servizio 7.30 - 20.00 tutti i giorni tranne la domenica). I Centri offrono i seguenti servizi: informazioni, interpretariato in tedesco, inglese e francese, consegna referti, pagamento ticket, accettazione reclami, consegna e custodia oggetti, accompagnamento ai reparti.
Centro Unico di Prenotazione (CUP)
L'Azienda sanitaria della Provincia di Trento ha realizzato un innovativo e funzionale Centro Unico di Prenotazione. Attraverso un unico numero telefonico è possibile prenotare prestazioni specialistiche e/o esami di diagnostica strumentale offerti da tutte le strutture pubbliche presenti sull'intero territorio provinciale. A regime, il Cup provinciale gestirà 850.000 prenotazioni all'anno garantendo una risposta entro 45 secondi nell'80% delle chiamate. Attualmente la copertura raggiunge il 68% della popolazione residente, mentre l'attesa al telefono è ampiamente contenuta entro i margini richiesti.
Campagne di promozione della salute e di informazioni al cittadino
Prosegue l'attività di sensibilizzazione e di promozione della salute messa in atto dall'Azienda quale strumento prioritario nella gestione e raggiungimento del "benessere" secondo le indicazioni dell'O.M.S. Particolare rilevanza ha la campagna per lo screening dei tumori del collo dell'utero mediante Pap-test, per la lotta al tabagismo, per la sicurezza in agricoltura. L'Azienda ha inoltre messo in campo iniziative di comunicazione in varie lingue (fra cui arabo e serbo-croato) a favore dei cittadini extracomunitari che soggiornano in Trentino, fra le quali la nuova "Guida ostetrica" e le "Norme per l'iscrizione al Servizio Sanitario dei cittadini extracomunitari".
Progetti di Telemedicina
La Provincia Autonoma di Trento, grazie ad una "alleanza virtuosa" tra l'Assessorato alle politiche sociali e alla salute, l'Azienda provinciale per i servizi sanitari e l'Istituto Trentino di Cultura, ha promosso una serie di iniziative che pongono il territorio provinciale all'avanguardia nel campo della telemedicina. Sono attualmente in fase di realizzazione vari progetti. "Teleconsulto oncologico" e "Telecardiologia sul territorio, finanziati dal Ministero della Sanità, prevedono lo sviluppo di una rete di teleconsulto, la predisposizione di una cartella clinica multimediale, l'esecuzione di esami strumentali a domicilio, la riqualificazione del personale sanitario. I progetti hanno come destinatari medici ospedalieri e medici del territorio. Il progetto "Teleformazione e teleconsulto oncologico nella sanità: verso una gestione integrata del paziente oncologico", finanziato nell'ambito dell'iniziativa europea ADAPT BIS, si propone di realizzare una rete telematica sul territorio provinciale, finalizzata alla teleformazione.
Progetto integrato di comunicazione per la salute
Con la consapevolezza del ruolo strategico della comunicazione e dell'informazione per il conseguimento degli obiettivi generali della Salute, del miglioramento della qualità della vita, dell'assistenza sanitaria, l'Assessorato provinciale alle Politiche sociali e alla salute e l'Azienda provinciale per i servizi sanitari si avvalgono di tutti i mezzi e di tutte le tecnologie oggi disponibili (stampa, radio, tv, internet, etc.). Il sito web, la rivista quadrimestrale "Punto Omega" (anche in versione audio per non vedenti), i volumi pubblicati nelle varie collane, le videocassette e i CD-ROM, i programmi radiofonici e televisivi, i materiali informativi e promozionali su vario supporto possono essere utili per l'aggiornamento degli operatori del Servizio socio-sanitario e per il lavoro di ricerca degli specialisti, ma anche per la realizzazione di iniziative educative nel mondo della scuola e dell'associazionismo e più in generale per consentire l'accesso a queste tematiche da parte degli enti locali, di tutti i cittadini e degli organismi che ne tutelano gli interessi.